Navigation

Strage Oslo: killer torna su luogo massacro

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 agosto 2011 - 15:03
(Keystone-ATS)

Il killer di Oslo, il 32enne estremista di destra Anders Behring Breivik, è stato portato oggi sull'isola di Utoya, in Norvegia, teatro della strage del 22 luglio in cui sono state uccise 69 persone. Lo ha riferito la Bbc.

L'uomo, portato dagli inquirenti sul luogo del delitto per una ricostruzione, indossava un giubbotto anti-proiettile e ha indicato i punti da cui ha fatto fuoco sulla folla, composta soprattutto di giovani simpatizzanti di sinistra.

Behring è arrivato sull'isola alle 14.00 ora locale utilizzando lo stesso traghetto che aveva usato il 22 luglio, ricostruendo passo passo i suoi movimenti. Ha poi fatto vedere agli inquirenti i punti da cui ha aperto il fuoco.

Il killer ha rivendicato le stragi, altre 8 persone sono state uccise a Oslo, affermando che erano "necessarie per salvare la Norvegia e l'Europa dai musulmani".

Il governo ha istituito una commissione indipendente per indagare sull'accaduto. Breivik ha detto due giorni fa di aver chiamato la polizia 10 volte mentre portava avanti la strage.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?