Navigation

Suu Kyi libera: comitato Nobel la invita a Oslo

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2010 - 19:43
(Keystone-ATS)

Berna - Il presidente del Comitato Thorbjoern Jagland, ex premier norvegese, ha detto di sperare che la leader dell'opposizione birmana, liberata oggi, possa andare a Oslo prima possibile. Il premio era stato consegnato ai due figli della militante.
Jagland ha chiesto alla giunta birmana di garantire a Aung San Suu Kyi il rientro in patria se le venisse consentito di lasciare il paese. "Suppongo - ha detto il presidente del Comitato - che non vorrà lasciare la Birmania senza questa garanzia". Secondo Jagland, la sua liberazione è un incoraggiamento a tutti i detenuti politici, compreso il neo premio Nobel per la pace, il dissidente cinese Liu Xiaobo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?