Navigation

Svizzera restituisce a Egitto un rilievo tombale rubato

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 giugno 2011 - 18:27
(Keystone-ATS)

La Svizzera ha riconsegnato ieri all'Egitto un rilievo tombale trafugato una decina di anni fa. Il Museo delle antichità di Basilea ha avviato le pratiche per la restituzione non appena constatata la provenienza illegale dell'oggetto.

Il curatore della sezione egizia del Museo ha consegnato il rilievo tombale, il cui furto non era mai stato denunciato a livello internazionale, alle autorità egiziane a Basilea, comunica oggi l'Ufficio federale della cultura (UFC).

Il rilievo tombale della quinta dinastia (circa 2500 a.C.) rappresenta una scena di caccia. Raffigurazioni di questo tipo dovevano continuare a garantire al defunto l'universo quotidiano anche nell'oltretomba. L'oggetto è stato trafugato da un deposito di antichità della necropoli di Saqqara a una trentina di chilometri a sud del Cairo.

L'oggetto, che fa parte di un insieme di tre pezzi, sarà esposto in Egitto, ha indicato all'ATS Benno Widmer, capo di un servizio specializzato all'UFC.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?