Navigation

Swiss Re: sisma Giappone le costerà 1,2 miliardi dollari

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2011 - 07:53
(Keystone-ATS)

Il terremoto in Giappone dovrebbe costare a Swiss Re circa 1,2 miliardi di dollari. Lo ha indicato oggi la compagnia di riassicurazione in una nota. Si tratta tuttavia di una prima stima caratterizzata da grande incertezza, precisa Swiss Re.

Per quanto riguarda le abitazioni, i danni causati dal sisma e dal successivo tsunami sono coperti da un fondo di stato, in genere senza prestazioni private. Per contro, i danni causati dagli incendi dovuti alla catastrofe sono coperti dagli assicuratori e sono inclusi nella copertura di riassicurazione.

I danni industriali e commerciali, dal canto loro, sono in genere coperti da contratti privati che includono spesso il terremoto, lo tsunami e gli incendi ad essi dovuti.

I danni nucleari, infine, non sono di norma coperti in caso di terremoto, tsunami o successivo incendio. La catastrofe nucleare di Fukushima non dovrebbe dunque causare eccessivo onere a Swiss Re, secondo le sue valutazioni. L'analisi dettagliata dei costi richiederà parecchi mesi, rileva il gruppo zurighese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?