Navigation

Swissmetal: prolungato di sei mesi moratoria concordataria

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 settembre 2011 - 21:51
(Keystone-ATS)

Il gruppo metallurgico Swissmetal ha evitato il fallimento. La giustizia solettese ha infatti prolungato di sei mesi la moratoria concordataria seguendo il parere del commissario provvisorio che si occupa della vicenda. I creditori non potranno reclamare i soldi fino al 21 marzo del 2012, annuncia oggi la stessa Swissmetal. Le attività di Swissmetal Industries a Reconvilier (BE) e Dornach (SO), riprese a metà luglio, potranno così continuare.

Il gruppo metallurgico e il commissario concordatario Fritz Rothenbühler cercheranno ora di trovare chi rileverà le attività svizzere di Swissmetal. Con la società francese Le Bronze Industriel non è ancora stato raggiunto un accordo. Parallelamente, Rothenbühler dovrà negoziare con i creditori.

Dopo i cattivi risultati del primo semestre (perdita netta di 76,7 milioni di franchi) Swissmetal ha annunciato un mese fa 182 licenziamenti a Dornach. Intanto l'attività nella fabbrica solettese continua a ritmo ridotto: tre quarti dei 92 addetti alla produzione sono in disoccupazione parziale fino al 30 novembre.

Il sindacato Unia ha espresso soddisfazione per il prolungamento della moratoria. Con un comunicato, ha chiesto che venga trovata una soluzione per entrambi gli stabilimenti industriali, nel rispetto dei dipendenti soprattutto per quanto riguarda gli arretrati e il piano sociale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?