Navigation

Thailandia: granate contro caserma premier, 4 soldati feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 marzo 2010 - 10:01
(Keystone-ATS)

BANGKOK - Quattro soldati thailandesi sono rimasti feriti, poco prima dell'alba, dal lancio di due granate contro il quartier generale dell'11esimo Reggimento di fanteria a Bangkok, il complesso militare che questa mattina le "camicie rosse" stanno assediando per chiedere al primo ministro Abhisit Vejjajiva di sciogliere il Parlamento.
Le esplosioni giungono dopo tre attentati simili compiuti ieri, contro diversi edifici della capitale legati all'establishment, che hanno causato otto feriti tra cui cinque militari. Da quando è iniziata la protesta dei sostenitori dell'ex premier Thaksin Shinawatra, due settimane fa, una decina di granate sono scoppiate a Bangkok, senza essere mai rivendicate.
Dopo l'assedio di otto accampamenti militari - che hanno costretto i soldati alla ritirata - e la minaccia di fare irruzione nella Government House, questa mattina migliaia di "rossi" stanno circondando la sede dell'11esimo Reggimento di fanteria, che ospita Abhisit dall'inizio delle manifestazioni. Trattative per imbastire un incontro diretto tra il primo ministro e i leader delle camicie rosse sono tuttora in corso. In mattinata Abhisit ha però dichiarato che non parteciperà a nessun negoziato finché i dimostranti assediano il complesso militare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?