Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BANGKOK - Quattro soldati thailandesi sono rimasti feriti, poco prima dell'alba, dal lancio di due granate contro il quartier generale dell'11esimo Reggimento di fanteria a Bangkok, il complesso militare che questa mattina le "camicie rosse" stanno assediando per chiedere al primo ministro Abhisit Vejjajiva di sciogliere il Parlamento.
Le esplosioni giungono dopo tre attentati simili compiuti ieri, contro diversi edifici della capitale legati all'establishment, che hanno causato otto feriti tra cui cinque militari. Da quando è iniziata la protesta dei sostenitori dell'ex premier Thaksin Shinawatra, due settimane fa, una decina di granate sono scoppiate a Bangkok, senza essere mai rivendicate.
Dopo l'assedio di otto accampamenti militari - che hanno costretto i soldati alla ritirata - e la minaccia di fare irruzione nella Government House, questa mattina migliaia di "rossi" stanno circondando la sede dell'11esimo Reggimento di fanteria, che ospita Abhisit dall'inizio delle manifestazioni. Trattative per imbastire un incontro diretto tra il primo ministro e i leader delle camicie rosse sono tuttora in corso. In mattinata Abhisit ha però dichiarato che non parteciperà a nessun negoziato finché i dimostranti assediano il complesso militare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS