Navigation

TI: Maier confessa di essere l'autore dell'omicidio Diebold

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2010 - 17:13
(Keystone-ATS)

LUGANO - Hans Peter Maier ha confessato di essere l'autore dell'omicidio di Matteo Diebold, ucciso nella sua casa a Lugano la notte dell'11 novembre scorso poco dopo le 23:00. È quanto hanno indicato oggi in un comunicato congiunto il Ministero pubblico ticinese e la Polizia cantonale.
In carcere dal 12 novembre, Maier è stato più volte interrogato. Sono state inoltre sentite numerose altre persone, si legge ancora nella nota, in cui si precisa che "il luogo dove stato commesso il reato, nonché l'abitazione del presunto omicida sono stati oggetto di un meticoloso e scrupoloso esame" da parte della polizia giudiziaria e della scientifica. L'ipotesi di reato a carico di Maier è di omicidio intenzionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.