Navigation

Timoshenko: centinaia di manifestanti davanti a carcere

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2012 - 14:49
(Keystone-ATS)

Continua la sfida delle manifestazioni di piazza tra gli oppositori e i sostenitori della leader dell'opposizione ucraina, Iulia Timoshenko. Centinaia di persone hanno protestato davanti al tribunale di Kharkiv, dove stamattina si sarebbe dovuto svolgere il processo, poi rinviato, che vede la Timoshenko imputata per malversazione ed evasione fiscale.

Gli attivisti del partito della Timoshenko, "Patria", e del Partito delle Regioni del presidente Viktor Ianukovich non si sono lasciati intimorire dal divieto di manifestazioni di massa sancito dal tribunale amministrativo e hanno dato vita a una vera e propria battaglia a colpi di slogan, striscioni e bandiere.

I simpatizzanti della Timoshenko sventolavano le bandiere bianche con un cuore rosso al centro, che è il simbolo del partito, mentre i detrattori una bandiera nera in stile piratesco. Sotto il profilo acustico, la sfida è stata nettamente vinta dal partito di Ianukovich, i cui attivisti hanno montato della casse acustiche e hanno così potuto urlare i propri slogan. La polizia, fa sapere l'agenzia Interfax, non ha interrotto la manifestazione: si è limitata a evitare disordini.

Il processo è stato rinviato al 21 maggio a causa dell'assenza dell'imputata alla seduta di oggi per motivi di salute. La Timoshenko soffre da mesi di ernia del disco.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?