Navigation

Turchia: sisma nella notte, almeno 57 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2010 - 10:06
(Keystone-ATS)

ANKARA - E' salito a 41 il numero delle vittime accertate nel violento sisma che stamani all'alba ha colpito una vasta zona della la Turchia centro-orientale. Lo ha riferito l'agenzia turca Anadolu, citando il vicegovernatore della provincia di Elazig, Mehmet Ali Saglam.
Squadre di soccorritori sono impegnati a scavare tra le macerie di alcune abitazioni crollate in seguito al sisma registrato nella Turchia centro-orientale e che ha colpito in particolate il villaggio di Okcular.
La forte scossa di terremoto di magnitudo 6.2 sulla scala Richter, ha riferito l'agenzia Anadolu, è stata avvertita alle 04:32 del mattino (le 03:32 in Svizzera) ed è stata registrata dall'Osservatorio di Kandilli ad Istanbul. Nella stessa zona lo scorso primo febbraio si registrò una scossa di magnitudo 4.7 gradi sulla scala Richter.
Le scosse telluriche sono abbastanza frequenti in Turchia che è situata su un'importante faglia sismica. Gli ultimi terremoti disastrosi in questo Paese sono avvenuti nell'agosto e nel novembre del 1999 ed hanno provocato circa 20 mila vittime.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.