Navigation

UBS perde due miliardi dollari per transazione non autorizzata

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2011 - 14:11
(Keystone-ATS)

UBS ha scoperto una perdita stimata a due miliardi di dollari nella banca d'investimenti a causa di una operazione non autorizzata compiuta da un trader.

In mattinata la polizia londinese ha reso noto di aver arrestato durante la notte un uomo di 31 anni con l'accusa di appropriazione indebita. L'istituto di credito ha poi confermato che lavorava per l'UBS.

Un portavoce del numero uno bancario elvetico interrogato dall'agenzia finanziaria AWP non ha voluto tuttavia indicare in che settore lavorasse. Secondo alcuni media, l'attività illecita sarebbe avvenuta in seno all'unità mercato azionario.

Il caso è oggetto d'inchiesta, si è limitato a indicare il primo istituto bancario svizzero stamane, che potrebbe scivolare nelle cifre rosse alla fine del terzo trimestre. Alla Borsa svizzera il titolo registra attualmente un calo di oltre l'8%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?