Navigation

UBS-USA: per l'Ufficio degli Stati, CPI può aspettare

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 marzo 2010 - 18:41
(Keystone-ATS)

BERNA - L'eventuale istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta (CPI) sulla vicenda UBS/FINMA non sarà decisa durante la sessione primaverile. Con 4 voti contro 2, l'Ufficio del Consiglio degli Stati si è infatti pronunciato per la sospensione della decisione sulla CPI nell'attesa della pubblicazione del rapporto finale delle Commissioni della gestione, prevista il prossimo 31 maggio.
L'Ufficio degli Stati si esprimerà a favore o contro l'istituzione di una CPI il 2 giugno. È quanto ha annunciato stasera ai media la presidente della camera dei cantoni Erika Forster (PLR/SG). Lo scorso 5 febbraio, con 9 voti contro 4, l'Ufficio del Nazionale si era invece dichiarato favorevole a una CPI.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.