Navigation

UE: Delors indignato per Ecofin a Wroclaw, "è una vergogna"

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 settembre 2011 - 15:31
(Keystone-ATS)

L'ex presidente della Commissione europea, Jacques Delors, si è detto "indignato" per le divisioni nell'Unione europea circa le misure da adottare di fronte alla crisi finanziaria.

Ieri sera, i 17 ministri delle Finanze dell'Eurozona riuniti a Wroclaw, in Polonia, "non hanno saputo mettersi d'accordo" sull'attuazione di una tassa sulle transazioni finanziarie e "hanno rinviato la loro decisione a metà ottobre", ha deplorato Delors alla radio francese RTL, sottolineando che tutto ciò è avvenuto con l'aggravante di un contesto di "speculazione" e di "incertezza generalizzata".

"Questo - ha proseguito - significa che i 17 ministri, che sono a bordo di una nave in tempesta, hanno discusso attraverso piccoli calcoli (...) È una vergogna". "Ho un estremo rammarico e sono indignato (...) Ciò che hanno fatto ieri ha dato un colpo terribile a tutti coloro che dal 1948 hanno la visione di un'Europa pacifica e prospera", ha concluso lo storico presidente dell'esecutivo Ue.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?