Navigation

Ue: previsioni Pil 2010; +1,7% Eurozona

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2010 - 11:09
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - La Commissione Ue rivede decisamente al rialzo le previsioni di crescita dell'economia europea per il 2010: il Pil dell'Eurozona, infatti, si attesterà all'1,7%, contro lo 0,9% stimato in primavera. La Ue nel suo insieme crescerà dell'1,8%.
A trainare la ripresa del Vecchio Continente sono Germania e Polonia, che cresceranno quest'anno del 3,4%, seguite da Olanda (+1,9%), Regno Unito (+1,7%) e Francia (+1,6%). Il Pil italiano si attesterà, secondo Bruxelles, a +1,1% (in rialzo rispetto allo 0,8% previsto in maggio). Resta in recessione la Spagna (-0,3%).
"L'economia europea è chiaramente sulla via della ripresa, in maniera più forte di quanto previsto nella scorsa primavera". Ma questa ripresa "resta fragile", soprattutto per "la grande incertezza" sull'evoluzione della situazione a livello mondiale. Così il commissario Ue agli affari economici e monetari, Olli Rehn, commenta le nuove previsioni economiche di Bruxelles per il 2010.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.