Navigation

Università: Gb, 153 arresti dopo scontri

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2010 - 09:03
(Keystone-ATS)

LONDRA - Scontri e arresti ieri in Gran Bretagna, teatro della terza manifestazione degli universitari contro l'aumento delle rette proposto dal governo. In manette sono finiti 153 studenti, 146 solo a Londra dopo gli scontri con la polizia a Trafalgar Square. Lo scrive il Guardian.
Le manifestazioni sono state organizzate anche a Brighton, Birmingham, Bristol, Manchester, Newcastle e Oxford. Nella capitale, un gruppo di dimostranti si è rifiutato di lasciare Trafalgar Square alla fine della manifestazione, dando luogo a episodi di teppismo - la statua di Nelson è stata imbrattata da graffiti, e molte vetrine sono andate in pezzi.
Dopo il lancio di oggetti contro la polizia, gli agenti hanno caricato i dimostranti con i manganelli. In quasi tutte le dimostrazioni di ieri, gli universitari hanno tentato di scalare tetti e sedi istituzionali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?