Navigation

Usa: la Freedom Tower sorpassa l'Empire State Building

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2012 - 19:45
(Keystone-ATS)

Il giorno del sorpasso è arrivato: quello della Freedom Tower sull'Empire State Building. Il World Trade Center, dopo oltre dieci anni, riconquista così il suo primato nei cieli di Manhattan.

L'appuntamento è per domani. Con la prima colonna del centesimo piano, il grattacielo che si appresta a divenire nuovo simbolo di New York raggiungerà un'altezza di circa 454 metri, sette metri in più dell'Empire. Gli altri giganti che svettano sull'isola posta tra l'East River e l'Hudson - la Bank of America Tower e il Chrysler Building - erano stati già superati da tempo.

Una volta ultimata la Freedom Tower - che cresce ad un ritmo di tre metri a settimana - raggiungerà quota 504 metri, con 104 piani, e si consacrerà l'edificio più alto del Nordamerica, superando anche la Willis Tower di Chicago che al momento detiene il primato.

La Freedom, nata dalle ceneri di Ground Zero, sarà quindi più alta delle Twin Tower distrutte dagli attentati dell'11 settembre del 2001. E i lavori, che dovrebbero concludersi nel 2014, dovrebbero costare circa quattro miliardi di dollari, contro i due miliardi inizialmente stanziati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?