Navigation

Usa: strage Baghdad, colpevoli le 4 ex guardie Blackwater

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2014 - 19:26
(Keystone-ATS)

Quattro ex dipendenti della società di sicurezza privata americana Blackwater, che il 16 settembre 2007, mentre erano di scorta ad un diplomatico americano, aprirono il fuoco a Baghdad uccidendo 17 iracheni, sono stati giudicati colpevoli da un tribunale federale di Washington. Per Nicholas Slatten è stata confermata l'accusa di omicidio premeditato; gli altri tre, Paul Slough, Evan Liberty e Dustin Heard, sono stati ritenuti colpevoli di omicidio volontario.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?