Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio degli Stati ha tacitamente sospeso oggi l'esame di cinque iniziative cantonali - tra le quali figura una depositata dal Ticino - nelle quali si chiede di proibire i videogiochi violenti. I senatori preferiscono infatti attendere le soluzioni che il Consiglio federale sta già preparando.

Hermann Bürgi (UDC/TG), a nome della commissione, ha ricordato che la Camera dei cantoni ha già adottato nel 2010 due mozioni - dei consiglieri nazionali bernesi Norbert Hochreutener (PPD) e Evi Allemann (PS) - che hanno obiettivi simili alle iniziative cantonali.

Dato che il Consiglio federale è già stato incaricato di prendere provvedimenti, non è il caso ora di trasmettergli anche le cinque iniziative cantonali, ha aggiunto. Esse non vengono tuttavia rifiutate, ma solo sospese in attesa della risposta del governo alle mozioni Hochreutener e Allemann.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS