Navigation

VW: slitta a dopo 2011 fusione con Porsche

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 settembre 2011 - 11:15
(Keystone-ATS)

La fusione tra la Volkswagen (VW) e la casa automobilistica Porsche slitterà a dopo il 2011: la decisione, ha annunciato oggi la VW, è stata presa a causa di questioni legali.

Originariamente l'operazione era prevista entro la fine di quest'anno, ma già in febbraio la stessa Porsche aveva reso noto che - a causa dell'inchiesta giudiziaria ancora in corso nei confronti di ex top manager della società - le probabilità che la fusione venisse conclusa nel 2011 erano scese dal 70% al 50%.

Le indagini, avviate nel 2009, riguardano l'ex amministratore delegato della casa automobilistica, Wendelin Wiedeking, e l'ex direttore finanziario della società, Holger Härter. Su di loro, dall'inizio dell'anno, non pesa più l'accusa di aggiotaggio e divulgazione di informazioni riservate, ma si è aggiunto il sospetto di malversazione.

I vertici di VW e di Porsche hanno comunque confermato oggi in un comunicato la loro intenzione di creare un gruppo automobilistico integrato e si sono detti "convinti" che questo obiettivo verrà raggiunto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?