Navigation

Wikileaks: anche Paypal abbandona Assange, stop a donazioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 dicembre 2010 - 14:50
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Anche il sistema di protezione dei pagamenti online, Paypal, ha abbandonato Wikileaks a se stesso: in un comunicato diffuso sul suo sito, Paypal ha annunciato che non sosterrà più i trasferimenti di denaro verso il sito di Julian Assange.
La motivazione, precisa il più diffuso sistema di pagamenti web, è che "Wikileaks ha violato la nostra policy, perché non possiamo essere utilizzati per sostenere attività che incoraggiano, promuovono o facilitano attività illegali".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?