Navigation

Wikileaks: Assange, presto altri cable su Israele

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 dicembre 2010 - 16:41
(Keystone-ATS)

ROMA - Julian Assange non si ferma, e annuncia altre rivelazioni dai cable delle ambasciate statunitensi su Israele, in particolare sulla guerra in Libano del 2006 e l'assassinio a Dubai del capo militare di Hamas, Mahmud Al Mabhouh, a gennaio 2010.
"Abbiamo pubblicato solo l'1-2% del materiale che riguarda Israele", ha detto Assange all'emittente araba. Nei dispacci ancora inediti, "ci sono informazioni sulla guerra in Libano del 2006 e l'assassinio di Mabhouh". Altre rivelazioni riguarderebbero invece l'assassinio del generale siriano Muhammad Suleiman, per il quale Damasco punta l'indice contro Israele.
Dei circa "3700 documenti su Israele, 2700 arrivano dalle sedi diplomatiche nello Stato Ebraico", ha aggiunto Assange, assicurando che il Mossad, e altre agenzie di intelligence, monitorano da vicino le pubblicazioni del sito.
Fino ad oggi, Wikileaks ha pubblicato nel complesso meno di 2000 cable su oltre 251'000, pari a meno dell'1% del totale. Per pubblicare tutto il materiale, ha sostenuto Assange, ci dovrebbero volere circa sei mesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.