Navigation

Wikileaks: Ecuador deciderà su Assange solo dopo Olimpiadi

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2012 - 15:57
(Keystone-ATS)

Il governo dell'Ecuador, Paese che potrebbe offrire asilo a Julian Assange, comunicherà una sua decisione sul caso del fondatore di Wikileaks solo a conclusione delle Olimpiadi di Londra. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri, Ricardo Patinho.

"Vogliamo essere prudenti - ha aggiunto il ministro - per non creare ripercussioni negative sui Giochi". Attualmente Assange è rifugiato nell'ambasciata ecuadoriana a Londra e su di lui pende una richiesta di estradizione della giustizia svedese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?