Navigation

WikiLeaks: hacker; nuovi attacchi, forse a Senato Usa

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 dicembre 2010 - 07:57
(Keystone-ATS)

WASHINGTON - Operation Payback, il progetto lanciato da Anonymous, celebre gruppo hacker, ha fatto nella notte nuovi attacchi ai siti "contro" Julian Assange, in particolare PayPal, mentre fonti vicine alla comunità dei pirati assicurano che il prossimo obiettivo sarebbe "il sito del Senato Usa".
Lo riferisce lo stesso gruppo attraverso numerosi nuovi profili Twitter spuntati dopo il blocco di quelli "ufficiali". Ieri, in un incontro in chat tra i sostenitori delle iniziative a favore di WikiLeaks si sarebbero contati "10.609" aderenti. In una votazione sul "prossimo bersaglio", il Senato Usa avrebbe prevalso rispetto a nuovi attacchi a Visa o al sito di Sarah Palin.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?