Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si è chiuso con un nulla di fatto oggi a Macolin (BE) dopo sei giorni di colloqui il negoziato per un cessate il fuoco permanente nello Yemen. Le parti si sono impegnate a proseguire nelle trattative il 14 gennaio.

Lo ha detto il mediatore dell'Onu, Ismail Ould Cheikh Ahmed. "Abbiamo fatto progressi notevoli ma insufficienti", ha affermato il diplomatico nel fare il punto dei colloqui tra rappresentanti del governo yemenita internazionalmente riconosciuti e dei ribelli.

Si è convenuto di istituire una "commissione di contatto e distensione" formata da consiglieri militari delle due parti con la supervisione delle Nazioni Unite al fine di individuare alcune misure per favorire un clima di fiducia e dialogo, quali il rilascio di prigionieri di guerra e di detenuti politici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS