Navigation

ZH: sparatoria, uomo ferisce agente e si uccide

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2011 - 14:57
(Keystone-ATS)

Sparatoria con un morto questa mattina a Volken, nel nord del canton Zurigo. Uno svizzero di 36 anni si è "con tutta probabilità" tolto la vita sparandosi durante un diverbio con un agente. Il poliziotto, chiamato sul posto dalla moglie dello sparatore, è stato colpito ad una mano. Illesa la donna.

Volken è un comune di circa 300 abitanti situato nel Weinland zurighese. In base ai primi accertamenti, la moglie del 36enne ha allarmato verso le 8.30 la polizia, chiedendo di essere difesa dal marito dal quale si stava separando.

Arrivato sul posto, un agente ha accompagnato la donna nell'auto della polizia. Improvvisamente è arrivato il marito con un arma in pugno e il poliziotto ha invitato la donna a rifugiarsi un un vicino negozio di alimentari.

Ciò che è successo in seguito è ancora oggetto delle indagini del Ministero pubblico e della polizia cantonale, indica la polizia in una nota. Quello che è certo è che fra i due uomini c'è stato uno scontro nel corso del quale entrambi hanno sparato, ha detto all'ats un portavoce della polizia cantonale.

Il 36enne ha riportato ferite letali che sono state provocate "con ogni probabilità" da un colpo sparato con la sua stessa arma. Nel corso del contrasto, l'uomo avrebbe inoltre più volte esclamato che si voleva togliere la vita, ha aggiunto il portavoce.

Il poliziotto, di 40 anni, è stato portato in ospedale con una ferita alla mano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?