Navigation

Zimbabwe: si spezza corda bungee jumping, cade e sopravvive

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 gennaio 2012 - 07:16
(Keystone-ATS)

Una turista australiana di 22 anni è sopravvissuta per miracolo a una caduta da più di 100 metri sulle rapide del fiume Zambesi in Zimbabwe, dopo che la corda elastica del bungee jumping alla quale era assicurata si era spezzata.

Le immagini di un video amatoriale, subito postate in rete, mostrano Erin Langworthy, di Perth, che si lancia l'ultimo giorno del 2011 da un ponte sullo Zambesi alto 111 metri, vicino alle cascate Vittoria, al confine con lo Zambia.

La corda elastica alla quale la ragazza è assicurata per i piedi, e che dovrebbe farla rimbalzare, si è spezzata a una giunzione non appena si è tesa alla fine del volo. Erin è finita nelle rapide del fiume, ma miracolosamente si è soltanto lussata una clavicola. Con le gambe ancora legate al segmento di corda, è riuscita a nuotare fino a riva.

Portata in ospedale in Sudafrica, è stata dimessa dopo qualche giorno di ricovero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?