Navigation

Zurigo: indignati proseguono protesta su Paradeplatz

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2011 - 14:18
(Keystone-ATS)

L'azione di protesta degli "indignati" svizzeri continua sulla Paradeplatz di Zurigo, piazza simbolo dei famigerati "gnomi" delle grandi banche elvetiche. Contrariamente alla settimana scorsa, i manifestanti dispongono ora di un'autorizzazione della polizia.

Verso mezzogiorno erano presenti sulla piazza circa 200 dimostranti: molti giovani, ma anche famiglie e anziani. Gli "indignati" del movimento "Occupy Paradeplatz" esponevano al pubblico striscioni e cartelloni con slogan esortanti le autorità a tassare le transazioni bancarie o a salvare le persone e non le banche.

Gli "indignati" avevano già occupato la Paradeplatz senza autorizzazione sabato 15 ottobre. L'avevano però sgomberata martedì 17 ottemperando alla richiesta della polizia.

Una settantina di attivisti continuano a campeggiare nel parco del Lindenhof, tra la Bahnhofstrasse e la Limmat. "Ogni giorno arrivano altre persone e beneficiamo del sostegno della popolazione", ha dichiarato un partecipante all'ats. Gli "indignati" hanno già ricevuto denaro e mezzi di sussistenza per almeno tre settimane.

Zurigo non è la sola città svizzera che abbia risposto all'appello mondiale alla mobilitazione lanciato il 15 ottobre. A Ginevra oltre una trentina di tende sono state piantate vicino al Muro dei Riformatori, nel Parc des Bastions.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?